“TEATRO ALLA VICENTINA”, DOPPIO APPUNTAMENTO CON “LA PAURA FA NOVANTA” E LA PRIMA NAZIONALE DI “NOI VENETI”

Chiudono il progetto l’8 e il 9 novembre due lavori originali delle compagnie cittadine Glossa Teatro e La Piccionaia

Si conclude il progetto di scoperta e valorizzazione della nostra regione con un mix di tradizione popolare, musica, storia e indagine sul territorio.

Noi veneti - vignetta di Toni Vedù

(Vicenza, 31.10.2013) Due case confinanti, con il loro piccolo giardino davanti, come spesso si vedono in molti paesetti delle cinture urbane nel nordest. Due vicini sospettosi. Una vecchia signora con un marito ammalato di cui prendersi cura e con alle spalle una storia dolorosa di figlioli morti in tenera età. Un nuovo arrivato, giovane e con molti sogni nel cassetto. Inizia così “LA PAURA FA NOVANTA (?) VICINI DI CASA” di Glossa Teatro, che andrà in scena al Teatro Astra venerdì 8 novembre (ore 21) nell’ambito della rassegna “TEATRO ALLA VICENTINA”, il progetto de La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione realizzato grazie al sostegno di Comune di Vicenza – Assessorato alla Partecipazione e con la presenza di Ensemble Teatro Vicenza, Theama Teatro e Glossa Teatro.

Chiude la rassegna sabato 9 novembre (ore 21) “NOI VENETI” de La Piccionaia e David Conati.

“LA PAURA FA NOVANTA (?) VICINI DI CASA” è una commedia originale, scritta e diretta da Pino Costalunga, in scena insieme ad Andrea Dellai. Un thriller ironico ed irriverente, condito di citazioni hitchcockiane, nel quale nulla è come sembra: una metafora dei timori che abitano i nostri rapporti quotidiani, spesso improntati al sospetto e all’indifferenza. “Con la leggerezza della sit-com inglese e pescando a piene mani nella tradizione orale veneta, popolata di morti che ritornano, orchi, diavoli e streghe – spiega Costalunga – mettiamo in scena uno spettacolo dove la risata, a volte anche amara, si accompagna ad uno sguardo attento e disincantato su ciò che ci circonda, e su quello che è ed è stato il Veneto e, più in generale, l’Italia in questi ultimi anni”.

Un percorso di scoperta e valorizzazione del territorio regionale che si conclude la sera successiva con la prima nazionale della nuova produzione de La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione dal titolo “NOI VENETI”, lavoro originale dell’autore e compositore David Conati. Uno spettacolo di teatro di narrazione e canzoni che racconta tutto il bello della nostra regione, con la complicità dei musicisti Marco Pasetto (voce, chitarra, clarinetto, sax, ocarina e ukulele) e Giordano Bruno Tedeschi (voce, bombardino, fisarmonica, tromba pocket, basso e percussioni) e la regia di Titino Carrara. Dopo la lezione comico-teatrale “O.D.I.S.S.E.A.” che lo aveva visto in scena con il vignettista vicentino Toni Vedù, con “NOI VENETI” Conati torna a lavorare con La Piccionaia adattando per il teatro il libro omonimo (in edicola con Il Giornale di Vicenza) del quale egli stesso è autore e per il quale Vedù ha realizzato la copertina e alcune vignette. Storie di colonizzazione, di città sulla terra e sull’acqua, di imprese epiche, di grandi disastri e di grandi riprese, per uno spettacolo che nasce da una minuziosa indagine sul territorio che ha portato alla raccolta di notizie curiose, aneddoti e ricette, dalle quali emerge – tra vizi e virtù – l’essenza dei veneti.

“Recita una famosa filastrocca: Veneziani gran signori, Padovani gran dottori, Vicentini magnagati, Veronesi tuti mati… – racconta Conati ma poi come continua? Pochissimi la conoscono per intero. Per lungo tempo terra di povertà ed emigrazione, il Veneto oggi è una delle regioni più ricche d’Italia grazie ad un notevole sviluppo industriale ma anche al suo patrimonio paesaggistico, storico, artistico ed architettonico. Ma cosa cercano, i turisti, in Veneto? Cosa c’è di bello al di fuori delle rotte più battute? E ancora, chi sono veramente i veneti? Cosa mangiano? Che lingua parlano?”

I biglietti (6 euro) sono disponibili presso l’Ufficio del Teatro Astra oppure sul sito www.teatroastra.it (circuito Greenticket) con carta di credito. La sera di spettacolo la biglietteria del Teatro apre alle ore 20.

A partire dalle ore 20 è a disposizione del pubblico il parcheggio della Provincia di fronte al teatro. Data la capienza limitata, si consiglia di arrivare con anticipo. Prima e dopo lo spettacolo sarà attivo il punto di ristoro Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a km zero.

 

Informazioni e prevendite:

Ufficio Teatro Astra

Stradella Barche 5 – Vicenza

Dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18

tel. 0444 323725

info@teatroastra.it

http://www.teatroastra.it

______________________________________

Informazioni per la stampa:

Gloria Marini

La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione

tel. 334 9187656 – mail gloria.marini@piccionaia.org

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...